L’istinto legato alla ragione e una certa forma di primitivismo che si intreccia con la lettura psicologica fa dell’arte di Armando Xhomo un’interlocutrice ottima per alcune opere del Maestro.
Aligi Sassu avvertiva l’ansia di confrontarsi con la materia. Tale materia era il contesto simbolico di come la sua anima e la sua ragione “istintiva” potessero risolvere particolari temi di rappresentazioni. Su questo piano il dialogo è aperto.
Armando Xhomo conosce l’esigenza del confronto con la materia, la presenza dell’animale in senso simbolico e il manifesto della figura in una chiave particolare che determina il contesto pittorico con il quale interagisce. Da questo confronto ragione e istinto nascono opere importanti do Xhomo e sono nate opere importanti di Sassu.
Quando entrambi hanno preso la decisione di lasciare libere le mani nella magia della creazione d’arte.

(G.P.)

Articolo pubblicato sul catalogo:
Artisti contemporanei in dialogo con Aligi Sassu